2022-05-21 18:13:32

I 5 migliori tool per il content marketing nel 2022

Picture of Angelo Rosati

Angelo Rosati

Autore

Se nel 2021 il content marketing è stato un arma fondamentale per i team marketing nel B2B, il 2022 si prospetta un anno in cui sarà ancora più importante investire in strumenti per generare più lead attraverso questa attività. Quali sono i tool per il content marketing da utilizzare nel 2022?

 

La crescente competitività nella creazione di contenuti accattivanti è sicuramente una delle problematiche con cui i team di marketing devono confrontarsi nel 2022: secondo l’HubSpot State of Report del 2021, ben l’82% delle organizzazioni riporta di aver inserito il content marketing tra le sue strategie, diversamente dal 2020 dove solo il 70% di queste faceva ricorso a questo strumento.

Perché hai bisogno di tool per il content marketing?

Oltre ai competitor, però, ci sono altre sfide che rendono le strategie connesse al content difficili da gestire. Ecco alcune delle più comuni: 

  • ROI: Molte attività di marketing, come ad esempio campagne pubblicitarie e ads a pagamento su Google, hanno un ROI intuitivo e facile da misurare. Questo non è sempre il caso del content marketing. Molto spesso i contenuti presenti sul blog o sui social dell'azienda impiegano tempo ad attrarre dei lead, per via del lavoro lento e prolungato di fidelizzazione e costruzione dell’autorità che essi svolgono. Non è raro che un potenziale cliente faccia riferimento a un blog per mesi prima di capire il reale valore dell’azienda che lo cura e affidarsi a essa per lavorare insieme sui suoi obiettivi.
  • Strategia: nel 2022 è essenziale per un’organizzazione avere un blog aziendale ricco e curato, molti team, però, perdono di vista in che modo i contenuti si incastrano all’interno della strategia di marketing. Ogni contenuto dovrebbe essere pensato per un target specifico e per inserirsi in un punto ben preciso del funnel. Inoltre, è essenziale che i team di marketing e sales siano in comunicazione costante, perché è proprio attraverso l’esperienza sul campo dei sales rep che è possibile comprendere i temi più caldi per i lead e riproporli all’interno dei contenuti.
  • Qualità: produrre contenuti di qualità significa prima di tutto chiedersi “di qualità per chi?” Un contenuto ha valore solo nel momento in cui risulta utile al buyer persona identificato per il servizio o prodotto offerto. In caso contrario, potrebbe avere tutte le caratteristiche determinanti per essere un contenuto di alto livello, ma comunque non sarebbe utile a nessuno, perché non centra a pieno le necessità del suo fruitore ultimo.

In questo articolo analizzeremo quali sono i must-have tool per il content marketing nel 2022 per realizzare contenuti di qualità e sfruttare al massimo questa attività per far scalare la tua azienda.

 

Tabella dei contenuti

 

Tools per il content marketing

Le sfide citate nella sezione precedente sono solo alcune di quelle che i team di marketing devono affrontare quando si trovano a dover strutturare la propria strategia di content. Nonostante tutto, questo canale continua a generare il triplo dei lead rispetto a tecniche di marketing tradizionali. 

In questo processo, ci sono diversi strumenti che aiutano l’organizzazione a lavorare al meglio sui propri contenuti e che massimizzano in questo modo le possibilità di attrarre e trasformare più lead. Ecco la nostra scelta per il 2022

HubSpot

HubSpot è un software conosciuto a livello globale per il suo CRM, ma offre anche dei servizi per il marketing attraverso il suo Marketing Hub, che è l’ideale per organizzare tutto ciò che riguarda la strategia di marketing e i relativi tool di content marketing in un sistema centralizzato. Inoltre, la piattaforma permette di monitorare costantemente le prestazioni delle attività di marketing attraverso report completi e fruibili da ogni membro del team.

 

 

Ma gli strumenti per il content marketing di HubSpot non si limitano a questo. La piattaforma offre numerose risorse come:

  • Monitoraggio del ROI dei contenuti, unico nel suo genere, numerose statistiche personalizzabili sulle visualizzazioni del blog, i nuovi contatti acquisiti attraverso quelle pagine, il view-to-custumer rate, contact-to-custumer-rate, le uscite dalla pagina, gli invii dei moduli di richiesta di contatto e così via;

  • Una sezione di strategia dove, tra le altre cose, è possibile creare dei cluster di articoli legati ad un determinato argomento che vanno tutti a contribuire alla crescita della parola chiave selezionata o dell’articolo a cui si vuole dare maggiore risonanza;

  • Analisi delle performance delle pagine, con statistiche sul bounce rate, il tempo speso per pagina, le visualizzazioni e molto altro;

  • Form pre-strutturati per l’email marketing e la possibilità di creare le proprie strutture di mail personalizzate, da salvare e utilizzare nelle situazioni per cui sono state pensate; 

  • Strumenti per i popup, chat live e chatbot; 

  • Un plugin all-in-one di WordPress per il marketing da cui gestire i contenuti e ogni necessità riguardante il sito web aziendale;

  • Lo strumento di pianificazione dei workflow per creare strategie automatizzate, dove una serie di step si susseguono automaticamente nel momento in cui le condizioni date si verificano. Nel caso del content marketing, una volta che il lead compila il form nella landing page per ricevere un contenuto si può chiedere allo strumento di inserirlo in una lista di lead nurturing o email marketing, o assegnare automaticamente il contatto ad un sales e inviare a quest’ultimo una notifica;

  • Lo strumento per le sequenze di email marketing, composto dalla quantità di mail desiderate, che possono essere programmate nei giorni ed orari desiderati e dove il contatto viene automaticamente disiscritto nel momento in cui risponde alla mail;

  • Un CMS pensato per avere una visione a tutto tondo della gestione del sito web e per monitorare con la massima precisione le interazioni dei visitatori e tutte le funzionalità di SEO, programmazione dei contenuti, ecc.

Exelab è il partner HubSpot n.1 in Italia e da anni è vicino alle organizzazioni che vogliono raggiungere l’eccellenza nel loro settore attraverso la giusta tecnologia e una ristrutturazione funzionale dei processi di business. 

 

Non aspettare che il cambiamento sia una necessità, rendilo il punto di forza della tua azienda. Scarica la nostra Guida ad HubSpot 2022 ed entra nel vivo della rivoluzione tecnologica della tua azienda.

 

guida hubspot 2022

Asana

Asana è una piattaforma di work management unica nel suo genere e tra i tool di content marketing più utili per il 2022. La forza di questo strumento è di creare chiarezza all’interno dei team e dell’intera organizzazione, connettendo la pianificazione all’esecuzione e amplificando le comunicazioni tra i membri dell’azienda, sia dello stesso team che di aree diverse. 

 

L’unificazione di tutta l’organizzazione su un’unica piattaforma è funzionale all’essenziale comunicazione tra sales e marketing di cui parlavamo nelle sezioni precedenti, ma gli aspetti fondamentali che lo rendono uno del migliori tools di content marketing sono:

  • Calendari dei contenuti: con Asana è possibile creare una calendarizzazione dei contenuti per ciascuno dei canali di distribuzione aziendali (come ad esempio sito web, blog, newsletter, e-mail, LinkedIn) e iniziare ad aggiungere attività per la produzione di ogni singolo contenuto al progetto appropriato. Questo aiuterà il team a mantenere il focus sulle priorità e a fornire ai compagni del team il giusto livello di informazioni su quali contenuti sono in cantiere e sulle relative tempistiche.

  • Checklist dei contenuti: per i processi ricorrenti come le fasi di revisione e l’approvazione da parte della figura che si occupa di supervisionare i contenuti, il team può creare delle checklist ripetibili in forma di task. In questo modo è possibile segnalare agli altri membri del team che è necessario intraprendere più azioni prima di segnare il lavoro come completato.

  • Modulo di richiesta di contenuto: è possibile utilizzare i moduli per mantenere le richieste di lavoro centralizzate. In questo modo è possibile assegnare ogni task al giusto membro del team in modo semplice e veloce.

Vuoi scoprire di più sulle potenzialità che Asana potrebbe sbloccare all’interno del tuo team di marketing? Scarica la guida “Come creare campagne di marketing B2B nel 2022” e scopri come portare struttura e chiarezza all’interno della tua organizzazione.

 

Guida campagne marketing 2022

Ahrefs

Un altro tool per il content marketing essenziale nel 2022 è sicuramente Ahrefs. Questo strumento è diventato determinante per completare la ricerca di parole chiave da inserire all’interno degli articoli del blog e assicurarsi che il sito web sia indicizzato correttamente. 

 

Infatti, Ahrefs può essere utilizzato per la ricerca SEO di base, ma anche per gestire progetti più importanti come i rapporti sulle prestazioni, il monitoraggio del posizionamento delle tue keyword, l'analisi del traffico dei tuoi competitor e molto altro.

Altre funzioni utili sono:

  • Pagine Top: uno strumento che permette di capire quali pagine del sito o del sottodominio ricevono più traffico organico e le classifica in ordine crescente.

  • Pagine concorrenti: selezionando delle parole chiave è possibile avere un elenco di pagine web che si posizionano tra i primi 10 risultati per le stesse parole che il sito aziendale mette nel target.

  • Analisi dei link: con questo toolkit è possibile monitorare i link in entrata e in uscita nei contenuti, se ci sono link “rotti” che penalizzano la valutazione del contenuto da parte di Google, la valutazione delle pagine per miglior rete di link in entrata (sia link interni che esterni) e così via.

Yoast

Yoast è forse uno dei tool per il content marketing più utili e apprezzati nel settore. E’ un plug-in di WordPress e Shopify all-in-one per la SEO e, una volta inserito l’articolo da pubblicare sul sito come nuovo post, svolge un'analisi di tutte le categorie SEO possibili: ottimizzazione per la parola chiave indicata, meta-descrizioni, URL, monitoraggio dei link interni ed esterni, leggibilità e difficoltà di comprensione del testo e così via. 

 

In base a questa analisi, il contenuto riceverà un punteggio e  verranno segnalate in rosso le categorie su cui è necessario lavorare, in giallo quelle che potrebbero essere migliorate e in verde quelle che passano il test al 100%.

 

Yoast totalizza oltre 9.000.000 di download e 4,9 stelle su 5 nella valutazione dei plug-in di WordPress, ed è sicuramente un tool per il content marketing essenziale se si utilizza WordPRess come CMS.

 

Hotjar

 Questo tool per il content marketing è ideale per comprendere il comportamento dei visitatori sul tuo sito web. Gli strumenti di Hotjar consentono al team di marketing di ottenere una lettura accurata di come i visitatori sperimentano il loro sito. 

 

Hotjar rappresenta un ottimo user-experience analytics tool, e possiede alcuni strumenti qualitativi come i sondaggi, on-site poll, e le “heat map”, delle vere e proprie mappe che indicano visivamente dove i visitatori si muovono, cliccano e scrollano. Laddove Google Analytics aiuta l’organizzazione a scoprire il "cosa" e il "dove" del comportamento degli utenti,  gli strumenti di Hotjar lavorano per capire il "perché".

 

Conclusioni

Il content marketing per il B2B è una sfida costante e mette le organizzazioni continuamente alla prova nel confrontarsi con un mercato sempre più avanzato e con processi di marketing raffinati, ma l’utilizzo dei giusti strumenti può essere la chiave per superare queste difficoltà.

 

Vuoi scoprire di più su come ristrutturare i processi all’interno della tua azienda e abbracciare la tecnologia come nuovo perno per la struttura delle tue attività di marketing? Compila questo form per essere contattato dal nostro team e ricevere una consulenza gratuita.